Restart - Covid19

La pandemia globale causata dal Covid19 ha imposto l'adozione da parte di molti Governi di misure straordinarie volte al contenimento della diffusione del virus. La riduzione del contagio impone il mantenimento di obblighi e restrizioni compatibili con la riapertura delle attività economiche, sociali e culturali. 

Le tecnologie offrono un valido contributo alla riduzione del rischio di contagio, traducendo le prescrizioni in soluzioni a sostegno della riapertura di tutte le attività; allontanando il rischio di nuove ondate epidemiche ed offrendo ai soggetti che le adotteranno, un servizio utile di controllo e sicurezza di persone e cose anche quando sarà terminata la fase di emergenza grazie ad un aggiornamento dei parametri.

PROGETTO RESTART ITALIA

Su iniziativa di Kifitalia, è stata promossa la creazione di un team di aziende e professionalità con l'obiettivo di selezionare le tecnologie più utili e di creare un software di intelligenza artificiale capace di coniugare il ritorno progressivo ad una nuova normalità e la piena sicurezza dei luoghi, traducendo le prescrizioni imposte dalle Autorità competenti. Il sistema è studiato per adattarsi alle esigenze specifiche di clienti molto differenti tra di loro; il software è compatibile con gli impianti esistenti in modo da ottimizzarne l'utilizzo, riducendo al massimo il costo di acquisto di nuove attrezzature e consentendone un uso intelligente e stabile una volta che l'emergenza sanitaria sarà passata.

Il software unico e modulare agisce su più fronti:

  • Usa i sistemi di videosorveglianza per monitorare la distanza tra le persone e l'utilizzo dei dispositivi di protezione individuale
  • Integra speciali Gate di accesso con l'utilizzo di Smart Watches
  • Crea filtri all'ingresso per rilevare la temperatura delle singole persone 

Laddove non si volesse o potesse utilizzare l'apparato di videosorveglianza, potranno essere utilizzati speciali Smart Watches che rilevano, tra le varie funzioni, in maniera automatica e costante sia la temperatura individuale sia il distanziamento tra le persone che indossano il dispositivo grazie all'utilizzo di sensori di prossimità.

Le aziende che partecipano a questo progetto sono :IDEA FAKTORY srl, CANTIERE IDEA srl ed ADSERVICES srl:  società che opera nel campo ICT, specializzata in networking, sicurezza e systems architecture